AUTORIZZAZIONE EDILIZIA PER COSTRUZIONE TOMBA DI FAMIGLIA
AUTORIZZAZIONE EDILIZIA PER COSTRUZIONE TOMBA DI FAMIGLIA

Modulistica e documentazione da allegare
Per richiedere l'Autorizzazione Edilizia per la costruzione di una tomba di famiglia, dopo aver stipulato il contratto di concessione dell'area, occorre compilare obbligatoriamente ed esclusivamente il modello inserito alla fine di questa pagina, ed allegare e la seguente documentazione in nr. 3 copie, pena l'irricevibilità della richiesta:
a - Relazione tecnica dell'intervento (secondo lo schema allegato alla presente);
b - Planimetria dell'area e progetto delle opere da eseguire, (piante, prospetti e due sezioni) debitamente quotati e riportanti anche le tombe confinanti;
c - Nr. 1 marca da bollo da € 14,62 da apporre sulla richiesta di autorizzazione edilizia;
d - Nr. 1 marca da bollo da € 14,62 da apporre sulla autorizzazione;
e - Ricevuta del versamento di € 25,82 sul C/cp nr. 12447074 intestato al COMUNE DI SEMESTENE, con la causale "Diritti di segreteria autorizzazione edilizia";
Tutte le tavole, gli allegati, i tabulati, relazioni relativi, di cui ai punti precedenti devono essere firmate dal progettista, il quale deve apporvi anche il proprio timbro, indicante l'appartenenza all'Albo professionale;
SI RAMMENTA CHE LE DIMENSIONI UTILI DEI POSTI TOMBA DEVONO ESSERE CONFORMI A QUANTO PRESCRITTO DAL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E DALL'ART. 13 DELLA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA SANITA' Nr. 24 del 24/06/1993 CHE testualmente recita:
"13. REVISIONE DI CRITERI COSTRUTTIVI PER I MANUFATTI A SISTEMA DI TUMULAZIONE.
13.1. Le norme sono state totalmente innovate.
Dal criterio seguito nel precedente decreto del Presidente della Repubblica n. 803/1975, basato sulla fissazione dei minimi di spessore delle pareti dei tumuli a seconda dei materiali impiegati, si è passati alla sola enunciazione dei requisiti richiesti:
dimensionamento strutturale per carichi su solette (almeno 250 kg/mq) con verifica al rischio sismico, indipendentemente se la struttura sia da realizzarsi o meno in opera o con elementi prefabbricati; 
pareti dei loculi con caratteristiche di impermeabilità durature ai liquidi e ai gas; 
libertà nella scelta dei materiali da impiegare.

13.2. Per le nuove costruzioni è preferibile che siano garantite misure di ingombro libero interno per tumulazione di feretri non inferiori ad un parallelepipedo di lunghezza m 2,25, di larghezza m 0,75 e di altezza m 0,70. A detto ingombro va aggiunto, a seconda di tumulazione laterale o frontale, lo spessore corrispondente alla parete di chiusura di cui all'art. 76, commi 8 e 9.
La misura di ingombro libero interno per tumulazione in ossarietto individuale non dovrà essere inferiore ad un parallelepipedo col lato più lungo di m 0,70, di larghezza m. 0,30 e di altezza m 0,30.
Per le nicchie cinerarie individuali dette misure non potranno essere inferiori rispettivamente a m 0,30, m 0.30 e m 0,50.

Nel caso della tumulazione di resti e ceneri non è necessaria la chiusura del tumulo con i requisiti di cui ai commi 8 e 9 dell'art. 76, bensì la usuale collocazione di piastra in marmo o altro materiale resistente all'azione degli agenti atmosferici.
E' consentita la collocazione di più cassette di resti e di urne cinerarie in un unico tumulo sia o meno presente un feretro."
 
Il file in formato *.zip contiene all'interno l'istanza in formato editabile con un elaboratore di testi.
Documenti
  1. Mod. 13 - Richiesta Autorizzazione Edilizia x costruzione tomba di famiglia
  2. Mod. 13bis - Relazione Progettista x Richiesta Autorizzazione Edilizia Tomba
  3. Mod. 13 - Richiesta Autorizzazione Edilizia x costruzione tomba di famiglia.zip
  4. Mod. 13bis - Relazione Progettista x Richiesta Autorizzazione Edilizia Tomba.zip