RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE
RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE

Modulistica e documentazione da allegare
Per richiedere il Permesso di Costruire occorre compilare obbligatoriamente ed esclusivamente il modello inserito alla fine di questa pagina, ed allegare alla richiesta la documentazione prevista dall'art. 15 del Regolamento Edilizio - la documentazione, da allegare alla richiesta, sarà in triplice copia per le opere la cui approvazione si esaurisce nell'ambito comunale, mentre negli altri casi sono necessarie ulteriori copie in numero sufficiente, a giudizio insindacabile dell'U.T.C. - Sono necessari i seguenti elaborati, pena l'irricevibilità della richiesta:
a - parere positivo dell'Ass. ai LL.PP. - Servizio del Genio Civile di Sassari, sul rispetto degli obblighi del vincolo derivante da rischio geologico, se necessario;
b - parere autonomo del medico dell'Azienda U.S.L. relativo al rispetto dei requisiti igienico-sanitari, se necessario, in base alle vigenti leggi sanitarie;
c - relazione illustrativa;
d - Studio di impatto ambientale, ove richiesto dalle leggi vigenti,
e - dimostrazione di disponibilità dell'area (solo nel caso di domanda non presentata dal proprietario del terreno di sedime su cui si trova l'immobile, oggetto della richiesta);
f.1 - corografia scala 1:25.000 o 1:10.000 per gli interventi ricadenti fuori dell'abitato;
f.2 - planimetria catastale nella scala originale, con evidenziati il mappale o i mappali che si intendono asservire;
f.3 - stralcio dello strumento urbanistico generale vigente e degli eventuali strumenti urbanistici di attuazione (P.P., ecc.), con perimetrazione dell'area interessata dall'intervento,
f.4 - planimetria dello stato di fatto, in scala non inferiore a 1:1000 per le zone urbane e a 1:2000 per l'agro, con le indicazioni delle proprietà confinanti per una profondità di almeno 20 metri dai confini, con le quote altimetriche dei terreni e di tutti i fabbricati circostanti, anche accessori, con le indicazioni degli alberi di alto fusto esistenti ed ogni eventuale altro particolare di rilievo, servitù, indici prescritti dallo strumento urbanistico vigente in quella zona, manufatti preesistenti;
f.5 - planimetria del lotto in scala normalmente non inferiore a 1:500, dove sia rappresentata, nelle sue linee, dimensioni, quote, generali e distanze, l'opera progettata. In essa devono essere rappresentati: il posizionamento dell'opera in progetto, l'andamento altimetrico dell'area e delle zone circonvicine, la sistemazione della zona non edificata (posteggi, piazzali di scarico, depositi di materiali, lavorazioni allo sco­perto, giardini, ecc.) le recinzioni, gli ingressi e quanto altro possa occorrere al fine di chiarire esaurientemente i rapporti tra l'opera ed il suolo circostante, sia esso pubblico che privato, i distacchi dalle altre costruzioni, le distanze dai confini e dai fabbricati circostanti, la presenza di muri, finestre, luci, ecc., sui confini e la loro posizione;
g - disegni, normalmente in rapporto 1:100, delle piante di tutti i piani e della copertura dell'opera, con l'indicazione di: destinazione d'uso di tutti i locali - quote planimetriche e altimetriche nonchè superficie netta di ciascun ambiente - dimensioni delle aperture (con determinazione delle parti apribili e fisse) - ubicazione o dimensione delle canne fumarie, dei pluviali e degli scarichi - pianta degli spazi aperti: pavimentazioni, recinzioni, arredi esterni, cordonatura, arbusti e piante nonchè della rete di fognatura bianca e nera: i materiali della copertura, il senso delle falde e delle pendenze, i volumi tecnici, i camini, le gronde ed i relativi punti di calata dei pluviali, i lucernai, ecc.
Qualora si tratti di edificio aderente ad altro fabbricato asservito che deve comunicare con l'opera progettata, le piante devono essere estese anche ai vani contigui della costruzione esistente e recare le indicazioni di destinazione degli stessi.
h - disegni quotati, normalmente in rapporto a 1:100, di due o più sezioni dell'opera messe in relazione all'ambiente cir­costante, alle larghezze delle strade e degli spazi. Le quote, riferite al piano di campagna originario ed al caposaldo fissato devono indicare le dimensioni complessive dell'opera e delle principali parti esterne ed interne, l'altezza netta dei piani, lo spessore dei solai, gli sporti delle parti aggettanti, i colmi delle parti al di sopra della linea di gronda.Le sezioni devono essere in numero necessario alla completa com­prensione dell'opera;
i - disegni di semplice contorno, normalmente nel rapporto 1:100, di tutti i prospetti dell'opera progettata, completi di riferimenti agli edifici circostanti, al terreno ed alle sue eventuali modifiche. Qualora l'edificio sia aderente ad altri fabbricati, i disegni dei prospetti devono comprendere anche quelle delle facciate aderenti. I prospetti devono riportare l'indicazione delle aperture e dei relativi infissi dei materiali impiegati e loro colore, delle zoccolature, degli spazi per insegne, delle opere in ferro, delle coperture, dei pluviali in vista, dei volumi tecnici;
l - documentazioni sulle destinazioni d'uso sulle attività e sugli impianti, in caso di opere complesse - (edifici o locali a carattere commerciale, agricolo, industriale, per attrezzature scolastiche, magazzini, ecc.) - delle quali anche accurati disegni non chiariscono i rapporti con l'ambiente esterno, pubblico o privato, e le caratteristiche funzionali;
m - disegni in scala minima 1:100, nel caso di interventi su edifici esistenti, indicanti: senza campitura le murature che si intendono conservare, con campitura grigia le murature che si intendono demolire. Le piante di progetto contenenti anche le indicazioni di cui al precedente comma e) devono analogamente indicare, con campitura bianca le murature conservate, con campitura grigia quelle demolite, con campitura nera quelle nuove. In caso di strutture da sostituire, queste devono essere indicate con opportuno retino. I prospetti delle opere esistenti e di quelle progettate devono essere eseguiti nella stessa scala e con medesima grafia;
n - nulla osta, ove richiesto, della Sovrintendenza ai B.A.A.A.S., ecc., e/o autorizzazione dell'Ufficio Tutela del Paesaggio (R.A.S.), qualora l'intervento presentato non sia compreso tra quelli indicati all'art. 3 della L.R. 12.08.1998, n° 28, di competenza comunale, rilasciato ai sensi e per gli effetti del D. Leg. n° 490 del 29.10.1999 (T.U. in materia di beni cultu­rali e ambientali);
o - nulla osta, ove richiesto, della Soprintendenza Archeologica - SEMPRE obbligatorio per tutte le opere da realizzarsi all'esterno del centro abitato;
p - calcoli completi ai fini della determinazione degli oneri di urbanizzazione e costi di costruzione e relativi conteggi;
q - autorizzazione, ove del caso, alla concessione di accessi per le aree prospicienti strade statali o provinciali fuori dal centro abitato, già rilasciata dall'ente proprietario della strada;
r - gli elaborati tecnici dovranno indicare chiaramente le soluzioni progettuali e gli accorgimenti tecnici atti a garantire il soddisfacimento delle prescrizioni di accessibilità, visitabilità e adattabilità, previste dalle normative sull'abbattimento delle barriere architettoniche;
s - l'indicazione delle piante legnose esistenti con rilievo e rigorosa indicazione su apposita planimetria, con speciale riferimento alle aree boscate, per le sole costruzioni ricadenti in agro;
t - l'indicazione grafica del rispetto dell'obbligo di ricavare i parcheggi privati nella misura di 1 mq. ogni 10 mc. di costruzione;
u - eventuale documentazione di previsione di impatto acustico, ai sensi dell'art. 8 della legge 26.10.1995, n° 447: "Legge quadro sull'inquinamento acustico";
Tutte le tavole, gli allegati, i tabulati, relazioni relativi, di cui ai punti precedenti devono essere firmate dal progettista, il quale deve apporvi anche il proprio timbro, indicante l'appartenenza all'Albo professionale;
v - Nr. 1 marca da bollo da € 14,62 da apporre sulla richiesta di permesso di costruire;
w - Ricevuta del versamento di € 15,49 sul C/cp nr. 12447074 intestato al COMUNE DI SEMESTENE, con la causale "Diritti di segreteria pratica permesso costruire";
z - Per i progetti di edifici con destinazione d'uso produt­tiva e/o commerciale, deve essere, altresì, precisato:
Numero degli addetti attuali e previsti:
- operai;
- impiegati;
- altri.
Superficie utile esistente e/o di progetto:
- superficie utile destinata alla produzione;
- superficie utile destinata ai servizi;
- superficie utile destinata a uffici;
- superficie utile destinata a magazzini;
- superficie utile destinata al confezionamento dei prodotti;
- superficie utile destinata alla commercializzazione dei prodot­ti;
Sostanze usate nel processo di produzione.
Sistemi di abbattimento dell'inquinamento interno ed esterno.
Per detti progetti, gli elaborati grafici, in scala adeguata, debbono contenere: destinazione dei vari settori del lotto - destinazione dei vari settori della superficie utile - layout del processo di produzione - posizionamento delle macchine e delle apparecchiature tec­nologiche - posizionamento degli apparati anti-inquinamento.
E', altresì, obbligatoria, per i progetti di cui alla precedente lettera z), la presentazione di idonea documentazione dimostrante:
a) il rispetto dei requisiti di sicurezza nei luoghi di lavoro;
b) il rispetto delle norme del D.P.R. 303/56 sull'igiene del lavoro e del D.P.R. 547/55 sulla prevenzione degli infortuni;
c) il rispetto delle norme del D. Leg. 19.09.1994, n° 626 e successive modifiche e integrazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.
La presente documentazione non è esaustiva, e l'ufficio tecnico comunale si riserva l'insindacabile facoltà, pena l'irricevibilità della richiesta, di chiedere eventuale ulteriore documentazione e/o pareri che si rendessero necessari in relazione alla specificità dell'intervento.
 
E' COMUNQUE PREFERIBILE CHE IL PROGETTISTA CONTATTI PRELIMINARMENTE L'UFFICIO TECNICO AL FINE DI ESAMINARE L'ISTANZA E DEFINIRE LA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE, ONDE CONSENTIRE UN PIU' CELERE ESPLETAMENTO DELLA PRATICA.
Documenti
  1. Mod. 07 - Richiesta Concessione Edilizia
  2. Mod. 07 - Richiesta Concessione Edilizia.zip